È facilmente intuibile come una poltrona per anziano possa essere di supporto a una persona con difficoltà motorie facilitando operazioni che altrimenti potrebbero essere difficoltose. È anche però frequente considerare questa soluzione come superflua rispetto all’utilizzo di strumenti ortopedici specifici che in molti casi sono comunque imprescindibili. Quello che spesso non si considera è che una poltrona per anziano possa effettivamente migliorare la salute psicofisica di chi la utilizza, per diversi motivi.

I medici osservano che utilizzare esclusivamente i tradizionali strumenti ortopedici possa avere pesanti ripercussioni psicologiche causando l’abbandono di attività benefiche per la salute. Molto spesso non si pensa che le poltrone per disabili potrebbero fornire un grande supporto pratico senza per questo far sentire diverse le persone che la utilizzano. Dal punto di vista psicologico si tratta di un grande aiuto.

Vediamo come una poltrona reclinabile per anziani risulta utile e benefica nella vita di tutti i giorni esaminando lo svolgersi di una normale giornata.

La mattina senza una poltrona per anziano elettrica

Spesso anche il solo alzarsi dal letto è un’azione che presenta notevoli difficoltà. Anche con il supporto di qualcuno, mettere i piedi per terra e fare forza sulle gambe per alzarsi potrebbe rivelarsi una situazione critica.
Chi soffre di caviglie gonfie e in genere chi è in sovrappeso, ogni volta che deve alzarsi in piedi compie un vero atto di equilibrismo. Come tale corre dei pericoli seri di subire cadute accidentali. Non bisogna arrivare a quel punto ma di fatto se le condizioni fisiche dell’anziano sono difficili è necessario correre ai ripari.

Lo scopo di una poltrona relax per anziano è quello di togliere il peso dalle ginocchia e dalle articolazioni in generale. Una poltrona per anziano è regolabile, alzapersona, reclinabile. La mattina è il momento più delicato della giornata per un anziano. Per non subire traumi è necessario attentamente valutare la disposizione della camera da letto, includendo una poltrona automatica.

La mattina con una poltrona elettrica

Le poltrone reclinabili si possono porre a fianco del letto e se ne può regolare l’altezza in modo che raggiungano lo stesso livello. A questo punto, dopo aver rimosso i braccioli, spostarsi dal letto alla poltrona diventa un’operazione agevole, tanto da poter anche essere svolta in autonomia.
Per comodità si può togliere il solo bracciolo che fa da ostacolo. Saranno necessarie delle prove per far si che lo spostamento avvenga con il minimo sforzo e in piena sicurezza.

La poltrona per anziano senza fili è la versione consigliata. Ovviamente Poltrona Lucrezia è dotato del Roller System a 4 ruote. Con l’aiuto di un’altra persona si può utilizzare per la sera e la mattina la stessa poltrona per anziano in camere diverse.

Spostarsi in casa senza avere la poltrona per anziano

Aiutare una persona ad alzarsi, compiere il tragitto fino a un’altra stanza e sedersi è un’operazione non facile. È faticosa non solo fisicamente ma anche dal punto di vista della sopportazione di chi riceve il supporto. È inoltre un tipo di assistenza che, per essere fornita in sicurezza, necessita di una certa forza che non tutti possiedono.
Oggi giorno in commercio ci sono diverse soluzioni. Una di queste passa sotto il nome di poltroncine per anziano, vediamo di cosa si tratta.
In età adulta il corpo umano subisce delle variazioni, lo scheletro si incurva e i muscoli si ritirano.
Le poltroncine per anziano non sono altro che delle poltrone relax alzapersone con dimensioni adeguate all’utilizzatore. Da tutto ciò deriva che quando si sceglie un arredamento così importante occorre che vengano proposte diverse linee.

Spostarsi in casa con la poltrona elettrica per anziano

Le poltrone per anziano o per disabili, munite di ruote a scomparsa (roller system), consentono lo spostamento anche con una persona seduta sopra. Attivare il meccanismo e spostare la poltrona assieme al suo occupante non comporta sforzo: può farlo chiunque, ma soprattutto è estremamente sicuro.

Il roller system si attiva con pressione di una barra posta alla base posteriore della poltrona. Il meccanismo è semplice, inoltre occorre che non rimanga azionato sempre ma solo all’occorrenza.
Le rotelle in gomma antirumore possono essere solo quelle posteriori oppure tutte e quattro (opzione consigliata).
Prima di ordinare una poltrona meccanizzata e adatta a essere spostata, sarà meglio controllare l’ampiezza del vano porta. La stanza da letto normalmente nelle abitazioni in appartamento si trova nella parte opposta rispetto alla zona giorno. Il tragitto tra le due sezioni della casa spesso e volentieri corrisponde ad un corridoio. Va da sé che non ci dovranno essere ingombri di sorta.

Recarsi in bagno Senza una poltrona alzapersona per anziano e disabili

Per una persona impossibilitata a muoversi liberamente l’utilizzo di una sedia a rotelle sarebbe d’obbligo. Si tratta però di ausili ingombranti che potrebbero essere difficili  da passare attraverso porte e corridoi stretti.
Per chi invece riesce a muoversi con fatica, l’utilizzo dei sanitari senza un supporto può essere molto difficoltoso. Gli infortuni domestici nascono nel momento in cui si sottovaluta la necessità di corretta deambulazione. Da un punto di vista psicologico, l’anziano tende a ritardare di dotarsi di ausili fino al verificarsi di un evento avverso.  Cambiare l’arredo di casa è una scelta difficile per chiunque, per l’anziano lo è di più, che se ne prende cura dovrà ragionare per convincimento e con un certo anticipo di tempo. La stanza del bagno è quella ove l’infortunio per scivolamento avviene più spesso, non ci si può affidarsi sempre alla fortuna.

Recarsi in bagno Con una poltrona alzapersona

Dopo una verifica preliminare si può scegliere la poltrona relax con ruote delle dimensioni corrette per passare da un’ambiente ad un altro senza problemi. A questo punto entrare nella stanza da bagno e usare i sanitari adeguati, come ad esempio una vasca con porta, risulterà più semplice.
Il punto fondamentale è la conservazione di un certo grado di autonomia. Va detto che quasi certamente il disagio fisico va sanato nella sua interezza. Una poltrona per anziano ha una certa logica, una vasca con sportello ne ha un’altra, come anche altri elementi che concorrono insieme a rendere la vita più semplice. In aggiunta la persona che beneficia di tali ausili al movimento, è incentivata ad utilizzarli. Se da una parte contribuiscono al mantenimento di un certo grado di autonomia, dall’altro sono strumenti per mantenere alto il bon umore.

Pranzare e cenare Senza una poltrona automatica per anziano

Una sedia a rotelle sicuramente si può utilizzare per pranzare al tavolo, il problema sono gli ingombri. Non serve rivoluzionare la casa intera per l’esigenza del pasto a casa, meglio adattare la seduta in modo che raggiunga la giusta altezza.
Alcuni modelli di poltrona per anziano prevedono anche l’inserimento di un tavolino. Va tenuto ben presente che il pranzo e la cena sono momenti di piacere e relax, e in quanto tali vanno preservati. A lungo andare la voglia di fare sforzi per spostarsi da una stanza all’altra, incide sulla voglia di farlo. In più le giunture delle articolazioni inferiori vanno preservate. La muscolatura gioca un ruolo importante per sollevarsi e sedersi, un aiuto ad un certo punto, diventa necessario.

Pranzare e cenare Con una poltrona automatica per anziano

La poltrona alzapersona non solo è spostabile per tutta la casa con estrema facilità, ma l’altezza della seduta può essere adattata. Spostarsi in cucina per mangiare diventa un’attività da svolgere in pieno comfort.
Il problema di alzarsi per compiere un breve tragitto e accomodarsi su una sedia, scompare. Si fa in fretta a trovare indispensabile una poltrona per anziano, un tempo si pensava anche a dotarle di un motore per lo spostamento autonomo, poi si è compreso che il loro utilizzo è destinato solo a coloro che realmente non hanno possibilità di utilizzo delle gambe. In un certo senso va bene aiutare l’anziano nell’atto di sedersi e alzarsi ma senza esagerare per non compromettere troppo la necessità di compiere il movimento.

Riposo pomeridiano Senza una poltrona anziani per il relax

Dopo pranzo molti hanno il bisogno di riposare. Anche in questo caso si ha la necessità di spostarsi su una poltrona più comoda, su un divano oppure tornare nel letto. Il margine di rischio di farsi male per mezzo di una caduta, aumenta in rapporto alla difficoltà di deambulazione. Le poltrone comode per anziano hanno un utilizzo promiscuo. Variare la loro posizione è l’elemento centrale per permettere il riposo, ma non è l’unico. In questo caso specifico i particolari contano, avere un appoggio con micromolle, un tessuto anallergico avvolgente dertermina la qualità del riposo pomeridiano e di conseguenza l’umore dell’intera giornata.

Riposo pomeridiano Con una poltrona per il relax per anziani

Le poltrone relax elettriche 2 motori sono fatte apposta per passare con disinvoltura da un utilizzo ad un altro. Quando si avverte l’esigenza di riposare basterà semplicemente regolarla, tramite il suo telecomando.
L’utilità del riposino si può raggiungere tramite la posizione letto, ideale anche per la circolazione sanguigna. In genere passa sotto il nome di “gravità zero” e si ottiene quando le ginocchia sono elevate ad altezza del capo. La posizione, come già detto, deve essere di vero relax. Il comfort di una poltrona relax è la sua mission.

Guardare la televisione Senza una poltrona elettrica relax

Anche in questo caso avremo bisogno di spostarci su un divano o una poltrona per stare più comodi. Molto spesso il solo pensiero di alzarsi e sedersi può fare desistere dal vivere dei momenti rilassanti che cessano di essere scontati. Basti ragionare su come sono realizzati i divani: i piedi di appoggio sono laterali, da ciò deriva che col passare del tempo la zona centrale inizi a cedere, abbassando di conseguenza l’altezza dea terra. Un divano basso comporta uno sforzo enorme per un anziano poiché dovrà utilizzare muscoli e tendini in maniera esasperata, col rischio di precoce deterioramento. Ad un certo punto guardare la televisione pasa in secondo piano.

Guardare la televisione Con una poltrona elettrica relax per anziani

Una poltrona con poggiapiedi automatico perché regolato elettricamente fornisce un validissimo motivo per non abbandonare queste abitudini. La presenza della pediera regolabile consente di assumere sempre la posizione più corretta e meno stancante.
Se inoltre disponiamo di una poltrona massaggiante potremo godere di un trattamento rigenerante mentre siamo intenti nella nostra attività preferita. Come sempre i particolari fanno la differenza e in questo caso la fanno tre volte.

Uscire di casa Senza una poltrona elettrica per anziano

Continuare a disporre di una mobilità sufficiente a farci uscire è un fattore molto positivo. Purtroppo, anche in questo caso la fatica di alzarsi per camminare o di spostarsi su una sedia a rotelle può facilmente dissuadere da questo intento. Gioca tanto anche l’elemento psicologico, non è facile farsi vedere su una sedia a rotelle da un giorno all’altro. Mantenere le articolazioni in buona salute dipende sia dal movimento che dalla sua frequenza.

Uscire di casa Con una poltrona elettrica per anziano

Una poltrona elettrica alzapersona facilita qualsiasi tipo di operazione, sia quella di alzarci e camminare, sia quella di spostarsi su una sedia a rotelle. Sarà inoltre di conforto il pensiero che una volta tornati a casa non sarà un problema eseguire di nuovo queste operazioni.
Un minimo di allenamento muscolare viene mantenuto semplicemente perché la poltrona alzapersona accompagna senza sostituire interamente il movimento. Il piacere di una passeggiata non si deve perdere, come pure il piacere del giusto relax al ritorno a casa.

Socializzare Senza una poltrona elettrica confortevole

Accogliere ospiti rendendo evidenti le nostre limitazioni fisiche potrebbe metterci in imbarazzo e anche in questo caso farci desistere dall’avere una normale vita sociale. È un comportamento comprensibile, ma non auspicabile, le persone hanno bisogno di relazionarsi alle altre. La solitudine degli anziani è un fatto, non ci si sofferma mai abbastanza sulle sue cause. E’ l’anziano stesso che ad un certo punto non si sente più a suo agio, non ha piaerea farsi vedere in difficoltà e riduce sempre di più la socializzazione.

Socializzare Con una poltrona bella e di qualità totalmente sfoderabile

Ricevere i propri ospiti seduti su una poltrona relax, difficilmente distinguibile come aspetto da una qualsiasi altra, aiuta a socializzare. L’effetto che si ottiene è quello di allontanare l’idea della disabilità, mettere tutti a proprio agio e continuare ad avere relazioni gratificanti con amici e parenti. Una poltrona per anziano deve essere bella e confortevole, la qualità si vede anche in questo. Il gesto di alzarsi e sedersi appare naturale, il sorriso fa il resto. Un piacere fisico si traduce in maggiori occasioni di stare insieme agli altri in modo piacevole.

Preservare la salute Senza una poltrona bella e di qualità

Chi passa tanto tempo seduto per lavoro o per altre esigenze sa già quanto può essere dannoso utilizzare una seduta non adatta a sostenere correttamente il nostro peso. Le conseguenze a lungo termine possono essere gravi, anche per persone in perfetta forma, a maggior ragione per chi ha un apparato muscolo scheletrico fragile. L’esercizio muscolare è importante a qualsiasi età, gli ausili al movimento sono una necessità e agiscono da barriera contro l’invecchiamento.

Preservare la salute Con una poltrona bella e di qualità

L’ergonomia ed il comfort di una poltrona per anziano di alta qualità è ovviamente superiore a quella di qualsiasi altra seduta. Una corretta postura e un efficace sostegno alle nostre articolazioni permetteranno di prevenire dolori a fine giornata e problemi lungo termine.
Il massaggio e la corretta postura muscolo scheletrica non sono più un lusso ma una soluzione correttiva rispetto ai ritmi quotidiani.

Andare a dormire Senza una poltrona con telecomando

Così come alzarsi per andare a dormire è un’azione che può risultare problematica, tanto più che a fine giornata la stanchezza accumulata renderà tutto più complicato. L’anziano che dopo una caduta vuole passare molto tempo a letto è da comprendere. Aiutarlo a passare un momento difficile non è semplice, il più delle volte la riabilitazione non sortisce gli effetti desiderati proprio a causa della mancata partecipazione dell’anziano. Serve incentivarlo, vediamo come qui di seguito.

Andare a dormire Con una poltrona con telecomando

La possibilità di rimuovere i braccioli e di portare la poltrona reclinabile allo stesso livello del letto renderà questa operazione molto più agevole. Il relax della camera da letto rimarrà tale solo per le ore notturne necessarie. Il desiderio di tornare alla serenità quotidiana è un elemento formidabile per la riabilitazione. Un anziano che collabora si riprende molto più in fretta di chi si vede perduto e si sente sconfitto. Il telecomando è lo strumento che porta a riappropriarsi della mobilità, uno strumento di controllo utile per compiere gli sforzi necessari per risalire in sella.

Conclusioni

La poltrona relax massaggiante per anziani non è solo un elemento dell’arredamento di casa, ma costituisce un validissimo supporto sia fisico che psicologico. Tutti i vantaggi che ne derivano meritano pertanto di essere presi seriamente in considerazione. Il segreto è non aspettare fino al momento in cui è indispensabile per alzarsi e sedersi ma far leva sulla generazione di relax derivante dalla comodità di assumere posizioni adeguate.
Passo passo l’anziano gestirà le proprie attività con maggiore serenità, in fondo ogni età ha le sue esigenze.